Gruppo Torinese Trasporti S.p.A
Pubblica amministrazione

Appalto n. 96/2020 - Servizio di manutenzione delle scale mobili della linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino e della Ferrovia Torino – Ceres - CIG 841565308E.

Oggetto: Appalto n. 96/2020 - Servizio di manutenzione delle scale mobili della linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino e della Ferrovia Torino – Ceres - CIG 841565308E.
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 1.589.638,87
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 1.588.868,57
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 770,30
CIG: 841565308E
CUP: J19D20001900005
Stato: In svolgimento
Centro di costo: Ufficio Acquisti
Data pubblicazione: 25 settembre 2020 16:30:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 01 ottobre 2020 17:00:00
Data scadenza: 12 ottobre 2020 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Istanza di ammissione
  • Documento di Identità
  • Cauzione - Fidejussione
  • Eventuali documenti integrativi
  • Dichiarazione capacità tecnica punto II.7 B) del Disciplinare di gara

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione Categoria
ALLEGATO ALLA COMUNICAZIONE PER I CONCORRENIT N. 5 DEL 6/10/2020 - Vita tecnica media SCAM OTIS 06/10/2020 12:38 Altri Documenti
ALLEGATO ALLA COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 5 DEL 6/10/2020 - Vita tecnica media SCAM Schindler 06/10/2020 12:39 Atti di aggiudicazione
Nomina commissione giudicatrice 12/10/2020 12:50 Determina di nomina della commissione di gara
Curriculum ing. Fronduti L. _ Presidente 12/10/2020 12:52 Determina di nomina della commissione di gara
Curriculum avv. Fortunato V. _ Componente 12/10/2020 12:53 Determina di nomina della commissione di gara
Curriculum ing. Seccatore L. _ Componente 12/10/2020 12:54 Determina di nomina della commissione di gara

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 1 DEL 29/09/2020

Risposta:

APPALTO GTT N. 96/2020

“Servizio di manutenzione delle scale mobili della Linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino e della Ferrovia Torino – Ceres”. PROCEDURA APERTA - CIG 841565308E

CUP J19D20001900005

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 1

Si intende rispondere ai seguenti quesiti:

D.   considerato che gli istituti bancari sono impossibilitati a rilasciare referenze bancarie con firma digitale, e non essendo esplicitata tale modalità nel disciplinare di gara, si chiede di presentare SCANSIONE delle referenze bancarie rilasciate dal funzionario della banca con firma autografa e accompagnate da dichiarazione di conformità sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa.

R.   Si conferma che è ammessa la possibilità di presentare la scansione delle referenze bancarie rilasciate dal funzionario della banca con firma autografa e accompagnate da dichiarazione di conformità sottoscritta digitalmente dal Legale Rappresentante dell’impresa.

 

                                                                       IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

                                                                                                 (Giovanni Eandi)

 

DOCUMENTO FIRMATO IN ORIGINALE

FAQ n. 2

Domanda:

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 2 DEL 6/10/2020

Risposta:

APPALTO GTT N. 96/2020

“Servizio di manutenzione delle scale mobili della Linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino e della Ferrovia Torino – Ceres”. PROCEDURA APERTA - CIG 841565308E

CUP J19D20001900005

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 2

Si intende rispondere ai seguenti quesiti:

D.   si chiede di fornire un chiarimento in merito al requisito richiesto in quanto si è rilevata una discordanza a pag. 2 del disciplinare paragrafo II.5 IDONEITA’ PROFESSIONALE è richiesto Titoli abilitativi dei manutentori di cui all’art. 6 del DM.18/9/1975 “Norme tecniche di sicurezza per la costruzione e l’esercizio delle scale mobili in servizio pubblico”. LADDOVE a pag. 6 del disciplinare nonché nel modello Dichiarazione capacità tecnica è richiesta la seguente dichiarazione: di impegnarsi in caso di aggiudicazione a impiegare manutentori in possesso dei titoli abilitativi di cui all’art.15 c.1 DPR 162/1999 e art. 23 L.167/2017

R    L’art. 6 del DM.18/9/1975 “Norme tecniche di sicurezza per la costruzione e l’esercizio delle scale mobili in servizio pubblico”, al comma 6.1, 8° capoverso, riporta:

“La manutenzione dell'impianto deve essere effettuata da personale abilitato. I certificati di abilitazione rilasciati ai sensi del decreto ministeriale 5 marzo 1931, n. 281 e del decreto del Presidente della Repubblica 24 dicembre 1951, n.1767, sono ritenuti validi per l'assolvimento dei compiti di manutenzione.”

In particolare il decreto del Presidente della Repubblica 24 dicembre 1951, n. 1767, che ha titolo: “Approvazione del regolamento per l'esecuzione della legge 24 ottobre 1942, n. 1415, concernente l'impianto e l'esercizio di ascensori e di montacarichi in servizio privato”, agli articoli da 6 a 10 contiene le norme per l’abilitazione del personale di manutenzione di ascensori e montacarichi.

L’art. 15 del DPR 162/1999 al comma 1, 2° capoverso riporta: “Il certificato di abilitazione è rilasciato dal prefetto, in seguito all'esito favorevole di una prova teorico-pratica, da sostenersi dinanzi ad apposita commissione esaminatrice ai sensi degli articoli 6, 7, 8, 9 e 10 del decreto del Presidente della Repubblica 24 dicembre 1951, n. 1767.”

Analogamente l’art. 23 della L. 167/2017, al comma 1 riporta: “(omissis) il certificato di abilitazione previsto dall'articolo 15, comma 1, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 aprile 1999, n. 162, è valido in tutto il territorio nazionale (omissis)”

Non vi è alcuna discordanza tra le tre norme citate: infatti le tre norme citate riportano lo stesso concetto, cioè che è ritenuto valido per l’abilitazione del manutentore delle scale mobili il titolo abilitativo relativo alla manutenzione degli ascensori e rilasciato secondo la procedura regolata dal DPR 24 dicembre 1951, n. 1767.

                                                                       IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

                                                                                                 (Giovanni Eandi)

DOCUMENTO FIRMATO IN ORIGINALE

FAQ n. 3

Domanda:

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 3 DEL 6/10/2020

Risposta:

APPALTO GTT N. 96/2020

“Servizio di manutenzione delle scale mobili della Linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino e della Ferrovia Torino – Ceres”. PROCEDURA APERTA - CIG 841565308E

CUP J19D20001900005

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 3

Si intende rispondere ai seguenti quesiti:

D.   Si richiede conferma che sussistendo le condizioni di cui all’art. 1 comma 4 decreto legge 76/2020, l’operatore economico, non sia tenuto al rilascio della garanzia provvisoria..

R    Si conferma che ai sensi di quanto previsto dal disciplinare di gara al punto IV.2.1 lett. F), l’operatore economico è tenuto a presentare la cauzione provvisoria.

                                                                       IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

                                                                                                 (Giovanni Eandi)

DOCUMENTO FIRMATO IN ORIGINALE

FAQ n. 4

Domanda:

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 4 DEL 6/10/2020

Risposta:

 

APPALTO GTT N. 96/2020

“Servizio di manutenzione delle scale mobili della Linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino e della Ferrovia Torino – Ceres”. PROCEDURA APERTA - CIG 841565308E

CUP J19D20001900005

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 4

Si intende rispondere ai seguenti quesiti:

D.

1.    Si chiede conferma che la quota massima subappaltabile ai sensi dell’art. 105 D.lgs  50/2016, sia pari al 30% dell’importo totale del contratto;

R.   Il subappalto per i bandi di gara pubblicati entro il 31.12.2020 è previsto nei limiti del 40 per cento. Tale percentuale massima si applica quindi in fase di esecuzione del contratto di cui alla presente gara.

2.    Il Punto 9.4 del Capitolato speciale d’appalto risulta essere in contrasto con quanto previsto al Punto 10.3 “risoluzione contrattuale per superamento dei limiti delle penali”. Si chiede di confermare che il limite massimo applicabile per le penali sia pari al 10% dell’importo netto contrattuale;

R.   Si precisa che la soglia massima di penali è pari al 10 per cento. In tal senso quindi si intende modificato il punto 9.4 del Capitolato di appalto.

3.    Il Punto. 3.4.3 “Manutenzione Preventiva” prevede la trasmissione del programma “mensile” delle lavorazioni previste sugli impianti. In virtù di quanto sopra si chiede di confermare che non sia necessaria l’invio di ulteriore comunicazione di inizio attività come previsto nel medesimo articolo;

R.   Fatta salva la trasmissione della programmazione mensile, per ogni intervento giornaliero programmato è richiesta la comunicazione dell’inizio delle attività e degli impianti interessati, al fine di confermare l’esecuzione degli interventi programmati o eventuali variazioni ed al fine di consentire l’effettuazione di eventuali sopraluoghi da parte di GTT.

La modalità di comunicazione giornaliera sarà concordata in fase di riunione iniziale per l’avvio del contratto.

4.    In riferimento al punto 3.4.4 “interventi di rinnovo impianti”, si chiede di comunicare: a. Le modalità di affidamento degli interventi (ODS?) e le relative condizioni con particolare riferimento alle tempistiche di approvvigionamento materiali e di esecuzione;

R.   Gli interventi verranno affidati con emissione di specifico Ordine di Servizio da parte di GTT.

Per quanto riguarda i tempi di intervento, potranno essere concordati con l’Appaltatore in base al tipo di lavorazione da effettuare e saranno indicati nel relativo OdS.

Resta ferma la necessità di rispettare i tempi massimi di fuori servizio indicati nell’allegato 3:

  • Scale mobili esterne: 5 giorni;
  • Scale mobili interne: 5 giorni.

In linea di principio, stante il continuo monitoraggio degli impianti, le sostituzioni dovranno avvenire prima che il componente da sostituire provochi il fermo dell’impianto.

5.    Il Punto 8.1.2 “Riunioni mensili di coordinamento”, prevede la consegna dei rapportini giornalieri con il dettaglio delle attività svolte. Si chiede di comunicare se per le attività a seguito di chiamata occorra presentare relativo rapportino cartaceo per ogni intervento, se lo stesso debba essere sottoscritto da GTT e nel caso da quale figura, oppure se sia sufficiente la consegna di un report nel quale vengono indicati tutti gli interventi con indicazione di guasti riscontrati e/o pezzi sostituiti.

R.   Per le attività a seguito di chiamata si deve seguire la procedura indicata al punto 3.4.6 del capitolato, ultimo capoverso:

“Ai fini del conteggio del corrispettivo dell’intervento il tecnico intervenuto deve comunicare telefonicamente al PCC sia l’ora di arrivo sull’impianto che quello di fine dell’intervento utilizzando le modalità concordate all’avvio del contratto”.

Pertanto, poiché sarà il PCC della Metro a registrare la chiamata e i relativi orari di inizio e fine intervento, è sufficiente la consegna del report.

6.    Offerta tecnica – Organizzazione, competenze e formazione del personale Punto A1 – Offerta di personale tecnico - Scheda offerta tecnica:

• Si chiede di confermare che il numero dei tecnici da indicare nella scheda, debba in-tendersi comprensivo dei 4 tecnici minimi previsti da CSA. Es. se il concorrente intende confermare il minimo previsto da capitolato, indicherà 4 acquisendo zero punti;

R.   Premesso che sono richiesti almeno 4 tecnici a pena di inammissibilità dell’offerta, il numero dei tecnici da indicare nella scheda al punto A1 è da intendersi comprensivo dei 4 tecnici minimi previsti dal Capitolato. Quindi ad esempio se il concorrente indica n. 3 sarà dichiarata inammissibile la sua offerta, se indica 4 saranno assegnati zero punti, se indica 4 o più saranno assegnati i punti sulla base del totale complessivo offerto.

7.    Punto B1 – Programmazione interventi di manutenzione preventiva e rinnovi programmati – Scheda offerta tecnica:

 • Si chiede di comunicare se sia obbligatorio migliorare il parametro previsto ovvero di confermare che la mancata compilazione del campo non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti;

R.   Si conferma che la mancata compilazione del campo B.1 non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti.

8.    Punto B2 – Reportistica di consuntivazione attività mensili ordinarie e straordinarie – Scheda offerta tecnica:

 • Si chiede di comunicare se sia obbligatorio migliorare il parametro previsto ovvero di confermare che la mancata compilazione del campo non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti;

R.   Si conferma che la mancata compilazione del campo B.2 non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti.

9     Punto B3 – Modalità di organizzazione delle verifiche annuali degli impianti – Scheda offerta tecnica: • Si chiede di comunicare se sia obbligatorio migliorare il parametro previsto ovvero di confermare che la mancata compilazione del campo non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti;

R.   Si conferma che la mancata compilazione del campo B.3 non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti.

 

10.  Punto B4 – Modalità di informazione relativa al monitoraggio dei principali componenti soggetti a usura degli impianti – Scheda offerta tecnica:

• Si chiede di comunicare se sia obbligatorio migliorare il parametro previsto ovvero di confermare che la mancata compilazione del campo non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti;

R.   Si conferma che la mancata compilazione del campo B.4 non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti.

11.  Punto B5 – Tempi di fuori servizio – Scheda offerta tecnica: • Si chiede di comunicare se sia obbligatorio migliorare il parametro previsto ovvero di confermare che la mancata compilazione del campo non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti;

R.   Si conferma che la mancata compilazione del campo B.5 non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti.

 

12.  Punto B6 – Parametri prestazionali – Scheda offerta tecnica: • Si chiede di comunicare se sia obbligatorio migliorare il parametro previsto ovvero di confermare che la mancata compilazione del campo non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti.

R.   Si conferma che la mancata compilazione del campo B.6 non comporterà l’esclusione dalla procedura e il concorrente acquisirà zero punti.

                                                                       IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

                                                                                                 (Giovanni Eandi)

DOCUMENTO FIRMATO IN ORIGINALE

FAQ n. 5

Domanda:

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 5 DEL 6/10/2020

Risposta:

APPALTO GTT N. 96/2020

“Servizio di manutenzione delle scale mobili della Linea 1 della Metropolitana Automatica di Torino e della Ferrovia Torino – Ceres”. PROCEDURA APERTA - CIG 841565308E

CUP J19D20001900005

COMUNICAZIONE PER I CONCORRENTI N. 5

Si intende rispondere ai seguenti quesiti:

D.

1.    È possibile avere un file come allegato 1 consistenza degli impianti in cui per ogni scala mobile ci danno il dislivello della stessa?

R.   Nelle stazioni tipo della linea 1 della metropolitana le scale mobili installate coprono i seguenti dislivelli:

- atrio/banchina: da 9,00 m 10,00 m circa;

- atrio/mezzanino: da 4,00 m a circa 5,00 m;

- atrio/esterno: da 6,00 m a circa 8,00 m

2.    È possibile avere dalla stazione appaltante il libro giornale digitale di ogni impianto per vedere quali componenti sono stati sostituiti negli anni?

R.   Non sono disponibili file digitali in quanto i libri giornale sono in formato cartaceo.

3.    E’ possibile avere dalla stazione appaltante i documenti riguardanti la vita media/tecnica dei diversi costruttori relativi agli impianti appartenenti a questo appalto per comprendere le scadenze della componentistica in relazione alle revisioni?

R.   Si forniscono le tabelle riassuntive estratte dai manuali forniti dai costruttori delle scale mobili installate presso la Metropolitana, Schindler e Otis, contenenti le indicazioni di vita tecnica media dei principali componenti degli impianti.

Si specifica che nella tabella Schindler sono riportati anche i valori di vita media ipotizzati da GTT, nella relativa colonna.

Si allega nell’area “Pubblicazioni” della piattaforma i seguenti  file pdf:

  • “Vita tecnica media SCAM  OTIS”;
  • “Vita tecnica media SCAM  Schindler”.

4.    E’ per caso già stata effettuata qualche revisione la cui scadenza ricade nell’anno 2021?

R.   Non sono state anticipate revisioni la cui scadenza ricade nel 2021.

5.    Come si fa a capire a quale scale mobili corrisponde ad esempio la descrizione nell’allegato 4 kit completo catena gradina atrio/banchina Otis - fornitura? Quindi in generale come si fa a capire le matricole delle scale mobili relativi a descrizioni come scale atrio/banchina Otis o Schindler oppure atrio/mezzanino?

R:   Le descrizioni riportate negli allegati 4 e 5 fanno riferimento a tipologie di scale aventi caratteristiche comuni (ad esempio “Atrio/banchina Otis; atrio/banchina Schindler); l’associazione con la matricola della singola scala mobile avverrà nel corso dell’esecuzione del contratto a seguito dell’esito delle verifiche condotte.

6.    si richiede inoltre di sapere se le prove non distruttive per le revisioni speciali e generali sono a carico della stazione appaltante o carico dell’appaltatore e se è prevista assistenza nell’effettuazione delle stesse da parte dell’appaltatore.

R:   Come indicato nel punto 3.4.10 del Capitolato speciale, le prove non distruttive per le revisioni speciali e generali sono a carico dell’appaltatore. È prevista l’assistenza da parte dell’appaltatore nell’effettuazione delle stesse.

7.    si chiede se si organizzano loro in autonomia a farle e pagano loro la ditta specializzata oppure se l’onere ricade su di noi e dobbiamo pagare noi la ditta specializzata e fornire assistenza.

R.   È previsto che l’appaltatore organizzi le prove non distruttive e fornisca assistenza ad eventuali laboratori specializzati; le prove e l’assistenza sono a carico dell’appaltatore, come da punto 3.4.1 del Capitolato.

                                                                       IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

                                                                                                 (Giovanni Eandi)

DOCUMENTO FIRMATO IN ORIGINALE